Second Life - La guida ufficiale
La Biblioteca Repubblica - L'Espresso 2007
Arianna e Stefano
6/7/2007


La guida ufficiale di Second Life - il mondo virtuale 3D ormai noto su scala globale - è stata tradotta da Arianna e Stefano per i tipi de La Biblioteca di Repubblica - L'Espresso.
Dal tutorial tecnico (come si entra in Second Life, come si crea e 'plasma il proprio avatar, come gli si possono fornire sembianze e animazioni pesonalizzate) all'excursus storico-psicologico di alcuni dei membri della prima ora che raccontano l'entusiasmo e la sfida di costruire dal nulla quello che oggi è un mondo frequentato da milioni di individui; dai modelli di business che vi si stanno affermando (e che stanno rendendo alcuni ricchi davvero nel mondo reale) alle prospettive future di Second Life come possibile nuova modalità di interazione con la Rete e tutto quanto di cui siamo ormai abituati a usufruire attraverso di essa. Questo a grandi linee quanto si ri-trova nella Guida tradotta e "editata" da Arianna e Stefano.

Documento: Nota dei traduttori - Pdf



Disobbedienza civile elettronica
Apogeo 2004
Stefano


Questo saggio è stato tradotto, aggiornato e rivisto da Stefano Gulmanelli, che ne ha scritto anche la prefazione per l'edizione italiana pubblicata da Apogeo/Feltrinelli con il titolo: "Disobbedienza civile elettronica - Per un uso politico della Rete: strategie NetAttiviste e media tattici".

La Prefazione

La mobilitazione che il Decreto Urbani è stato capace di provocare e che ha trovato nella Rete la sua forza trainante è la miglior conferma possibile che i fenomeni di cosiddetto NetAttivismo non sono più relegati nell’underground cibernetico né sono prerogativa esclusiva del mondo anglosassone. [continua...]

Link: http://www.exibart.com/Notizia.asp?IDNotizia=12402&IDCategoria=72



Traduzione dall'inglese: Donne che lavorano troppo
Mondadori 2002
Arianna


Traduzione di Arianna dall'originale in inglese "Women who work too much" di E.P. McKenna


Spesso lavorare per le donne può diventare un incubo, in special modo quando il denaro che guadagnano, il successo e il potere che ottengono determinano quanto importanti sono. L'autrice McKenna ha risolto questo problema dando al suo lavoro una nuova definizione femminile di successo.



Traduzione dal francese: 'Passione d'Africa'
Mondadori 2000
Arianna


Dall'originale francese, "Ma Passion Africaine", la storia di una donna che sposa il capo tribù di una comunità del Camerun ed entra nel suo harem, scegliendo di trascorrere la sua vita in questo angolo d'Africa. Il resoconto della sua esperienza è soprattutto un canto d'amore per una terra e per un intero popolo.

Primo Capitolo:
- E il capo, quante altre mogli aveva oltre a lei? Quando lei l’ha sposato ne aveva già dieci, venti, cinquanta?
Non lo so. Venticinque all’incirca. Non si teneva una contabilità. Alcune restavano presso la chefferie tutta la vita, altre se ne andavano dopo qualche mese, o qualche anno. In realtà, non so quante fossimo. Fra le mogli mie compagne ve n’erano alcune che amavo e che sono rimaste mie amiche anche dopo la morte di nostro marito. Altre che mi erano indifferenti. Altre ancora che ho dimenticato.
- Ma come ha potuto lei, una donna bianca, una francese, d’origine protestante, laureata, divorziata, madre di due bambini – anche loro francesi – vivere quasi dieci anni dentro un…
Dentro un “harem” vuole dire? Un “gineceo”? In Camerun una chefferie non ha nulla a che vedere con l’immagine di famiglia poligama che si ha in Occidente. Perché ho sposato il capo tribale dei Bangangté? Perché l’amavo, tutto qui. E poi, questo tipo di domande la gente non se le pone nel mio Paese, in Africa non ci si pensa. Lei provi a chiedere a un africano:
- Che ci faceva questa donna bianca in una chefferie poligama?
Le risponderà semplicemente:
- Dio solo lo sa.
[continua...]



Traduzione dall'inglese: 'Bruce Springsteen Songs'
Mondadori 1999
Arianna


Il libro, autobiografico, ripercorre la carriera dell'artista dai primi demotape da solista a "The ghost of Tom Joad" (1995). Preziosissimo, sia per la parte scritta sia per le centinaia di foto e manoscritti. Un modo per sbirciare nel processo creativo del Boss e nel modo in cui sono state composte canzoni che poi sono state ascoltate e cantate da milioni di persone...