Il Quebec domenica alla urne. L'ombra di una virata secessionista
Repubblica.it
Stefano
4/4/2014


Le elezioni di domenica in Québec potrebbero essere il primo passo verso un nuovo tentativo da parte della provincia francofona di acquisire l’indipendenza dal resto del Canada. Il Parti Québécois (PQ), già promotore dei referendum secessionisti del 1980 e del 1995, ha chiamato alle urne gli elettori per avere mandato pieno a promulgare la Charte des valeurs québécoises ma con il fine ultimo, dicono gli osservatori, di creare le condizioni per un nuovo referendum secessionista. [continua...]



Scuola ai raggi X
Il - Magazine de Il Sole 24 Ore
Stefano
1/5/2011


E’ la radiografia – per alcuni benvenuta, per altri inopinata – di un intero sistema scolastico. Raccolti nel sito Myschool (http://www.myschool.edu.au/), il governo federale australiano ha reso accessibili al pubblico i dati relativi a oltre 9500 scuole (tutte, sia pubbliche che private) per ciascuna delle quali è possibile conoscere i risultati raggiunti dai ragazzi su test annualmente condotti su scala nazionale in lettura, scrittura e calcolo. Al fine di poter fare raffronti fra scuole socio-demograficamente ‘omologhe’, [continua...]

Documento: Scuola a raggi X - Pdf



Mandrie e finanza
Il - Magazine de Il Sole 24 Ore
Stefano
1/4/2011


Nel suo film “Australia” Baz Luhrman ne aveva fatto il pretesto perché Lady Sarah Ashley (Nicole Kidman) tornasse nel paese natio, finendo per incontrare il ‘drover’ Hugh Jackman, innamorandosene. Ma le vendite di grandi cattle station (gigantesche tenute per l’allevamento di bestiame) stanno davvero moltiplicandosi nel continente australiano. Ad essere protagoniste negli acquisti sono società finanziarie e hedge funds – sia australiani che stranieri - interessati [continua...]

Documento: Mandrie e finanza - Pdf



Litorale Sovietico
Il - Magazine de Il Sole 24 Ore
Stefano
1/3/2011


Gold Coast (Australia) - E’ un testa a testa che dura ormai da tre-quattro anni, con continui cambiamenti di leadership: cinesi e russi si stanno disputando il primo posto fra gli investitori immobiliari stranieri in una delle aree più trendy d’Australia: la Gold Coast, nel Queensland meridionale. Le ultime cifre indicano che gli acquirenti cinesi hanno comprato nel 2009 residenze e appartamenti nella Gold Coast per 17 milioni di euro, una manciata in più di quanto fatto dagli investitori russi, [continua...]

Documento: 2011:3 - Global Report.pdf



Yasi terrorizza l'Australia
La Stampa
Stefano
3/2/2011


Brisbane - E’ arrivato a mezzanotte, come previsto, e per gli abitanti di Cairns, Innisfail, Cardwell e Townsville – cittadine costiere dell’Australia nordorientale – è iniziato quello che probabilmente ricorderanno come il giorno più lungo della loro vita. Chiuse in centri di accoglienza appositamente predisposti o barricate nelle loro abitazioni, oltre 150mila persone stanno aspettando che Yasi - il ciclone di categoria cinque che, con un fronte di 500 Km e un ‘occhio’ di 35 Km di diametro, è il peggiore mai arrivato in Australia a memoria d’uomo - sfoghi nelle prossime 8-10 ore la sua furia distruttrice. [continua...]

Documento: Yasi terrorizza l'Australia - Pdf



L'Australia al voto su Julia la Rossa
La Stampa
Stefano
21/8/2010


Adelaide - Sarà un pugno di seggi, perlopiù concentrati nella periferia ovest di Sydney, a sancire l’esito delle elezioni federali previste domani in Australia. I sondaggi danno il Labor Party del Primo Ministro Julia Gillard, prima australiana assurta a tale carica, in leggero vantaggio ma se i Liberal di Tony Abbott dovessero fare il pieno nella decina di seggi ancora in bilico, l’Australia vedrebbe cambiar colore politico al proprio governo federale.
Un’eventualità impensabile soltanto sei mesi fa, quando a guidare il governo c’era ancora Kevin Rudd, il leader Labor capace di battere nel 2007 John Howard, il più longevo Primo ministro australiano dell’ultimo mezzo secolo. Ancora [continua...]

Documento: L'Australia al voto su Julia la Rossa - Pdf



Julia la rossa, Premier d'Australia
La Stampa
Stefano
25/6/2010


Adelaide – Ha esitato il più possibile, poi il precipitare degli eventi l’hanno costretta a lanciare il guanto della sfida. E così, dopo una notte concitata nelle stanze del potere del Labor Party d’Australia, Julia Gillard ha chiesto e strappato a Kevin Rudd la leadership del partito, e con essa la carica di Primo Ministro. In questo modo repentino e rocambolesco, da ieri mattina l’Australia ha il suo primo Capo del Governo donna della sua pur breve (poco più di un secolo) storia di Stato indipendente.
La Gillard, che nel governo Rudd era Vice Primo Ministro e deteneva due dicasteri importanti quali l’Istruzione e le Relazioni Industriali, fino a pochi giorni fa [continua...]

Documento: Julia la rossa, Premier d'Australia - Pdf



Una bomba fra i coralli
La Stampa
Stefano
6/4/2010


Era a velocità massima quando, nel pomeriggio di sabato, si è infilato come la lama di un coltello dentro uno dei tratti più spettacolari e incontaminati della Grande Barriera Corallina Australiana. Ora il cargo cinese Shen Neng 1, carico di 65mila tonnellate di carbone, è appoggiato sulla porzione di bassofondale denominata Douglas Shoal, a circa 70 km da Great Keppel Island, forse il più famoso fra i punti di partenza dei turisti alla volta della Great Barrier Reef. La collisione ha procurato allo scafo, in corrispondenza della sala macchine, un grosso squarcio dal quale finora si è riversata in mare solo una minima parte [continua...]

Documento: Una bomba fra i coralli (Prima pagina) - Pdf
Documento: Una bomba fra i coralli (girata) - Pdf



Io, bambino schiavo nell'Australia dei buoni inglesi
La Stampa
Stefano
15/3/2010


“Se non altro ora non si dirà che non è successo. Tutt’al più si potrà dire ‘grazie a Dio, non è successo a me’”. Così David Hill ha accolto le parole del Primo Ministro inglese Gordon Brown, che ha definito “deportazione d’innocenti” la politica d’emigrazione forzata con cui fra il 1920 e il 1967 150mila bambini vennero spediti nelle colonie.
Hill, oggi sessantenne, è stato uno di loro. Più precisamente è stato uno dei mille finiti negli anni nella Fairbridge Farm School a Molong, una fattoria creata a 300 Km a nord di Sydney [continua...]

Documento: Io, bambino schiavo nell'Australia dei buoni inglesi



Il mio trisnonno Darwin era africano
La Stampa
Arianna
7/2/2010


Sydney (Australia) - Un “africano”. Anche lui, Charles Darwin, il padre della teoria dell’evoluzione per selezione naturale. Lo studio condotto con le ultime tecnologie sul DNA sulla saliva del pronipote Chris rivela proprio questo: gli antenati del naturalista inglese che con il suo saggio “L’Origine delle Specie” rivoluzionò il mondo della scienza, lasciarono le coste dell’Africa 45mila anni fa.
“Non vedevo l’ora di scoprire quali fossero le radici più profonde della mia famiglia”, ha commentato Chris Darwin, figlio di George (conosciuto come Erasmus), nipote di William (Billy) e pronipote di George, uno dei dieci figli che Charles Darwin [continua...]

Documento: Il mio trisnonno Darwin era africano - Pdf