Colombia, fermi i negoziati di pace - L'economia è in crisi di fiducia
Il Sole 24 Ore
Stefano
24/7/1999


Bogotà (Colombia) - Dopo 35 anni di guerra civile e decine di migliaia di morti (35mila negli ultimi dieci anni), è stato per l'ennesima volta bloccato l'avvio dei negoziati fra il Governo della Colombia del Presidente Andrés Pastrana e il movimento di guerriglia Fuerzas Armadas Revolucionarias de Colombia (Farc). Dati questi trascorsi è comprensibile che i tentativi di soluzione pacifica del presidente Pastrana - che l'anno scorso andò spontaneamente e disarmato nella giungla a incontrare il leader delle Farc Manuel Marulana - siano guardati con apprensione e interesse. [continua...]



Noi pace. E voi, mai più cocaina - colloquio con Andrés Pastrana
L'Espresso
Stefano
15/7/1999


Bogotà (Colombia) - "Volevo guardarlo negli occhi. Era l'unico modo per cominciare a costruire la fiducia che serve per aprire una trattativa seria..." Andrés Pastrana Arango, presidente della Colombia, ricorda così il 9 luglio di un anno fa. Quando, appena eletto capo dello Stato, ma non ancora formalmente in carica, andò a incontrare di persona Manuel Marulanda (vedi scheda), leader delle Fuerzas Armadas Revolucionarias de Colombia (Farc), addentrandosi senza scorta né protezione armata in una giungla controllata dai guerriglieri. [continua...]

Documento: Noi pace. E voi, mai più cocaina - colloquio con Andrés Pastrana - Pdf



Come Gandhi e Churchill. Con una marcia in più - colloquio con Anthony Sampson
L'Espresso
Stefano
17/6/1999


Nelson Mandela raccontato dal suo biografo

Johannesburg (Sudafrica) - "Due anni fa, quando volle presentarmi al principe Carlo, gli raccontò che la prima volta che mi incontrò fu in una sheeben, una rivendita illegale di alcolici, di Soweto...". Anthony Sampson, 72 anni, inglese purosangue, tradisce ancora un certo imbarazzo quando ricorda il modo in cui Nelson Mandela lo introdusse alla Corte d'Inghilterra. [continua...]

Documento: Intervista a Sampson - Pdf



Mbeki, un sudafricano all'inglese
Il Sole 24 Ore
Stefano
3/6/1999


Midrand (Sudafrica)- 'Grazie, ma adesso è ora di tornare a lavorare'. Thabo Mbeki ha risposto così all'applauso tributatogli dai supporter dell'African National Congress (Anc), giubilanti perché il partito ha stravinto le elezioni in Sudafrica. [continua...]

Documento: Mbeki, un sudafricano all'inglese - 3 giugno 1999



Il Sudafrica alle urne, ma tra la gente si diffondono apatia e sfiducia
Il Sole 24 Ore
Stefano
1/6/1999


Johannesburg (Sudafrica) - Per la seconda volta nella sua storia, il Sudafrica torna a votare a suffragio universale. Cinque anni dopo le elezioni che tennero con il fiato sospeso il mondo - a cui sembrava incredibile un passaggio indolore dall'apartheid alla democrazia - il clima che si respira è però molto diverso. [continua...]



La Nigeria cerca di ripartire da Obasanjo
Il Sole 24 Ore
Stefano
29/5/1999


Abuja (Nigeria) - 'Provaci ancora, Ole'. Potrebbe essere questo il titolo dell'avventura che la Nigeria inizierà oggi quando Olesegun Obasanjo, generale in pensione e vincitore delle elezioni del 27 febbraio, assumerà la carica di presidente, il primo che arriva al potere democraticamente dopo vent'anni di colpi di stato e dittature militari. [continua...]



I nuovi businessmen della guerra
Volontari per lo sviluppo
Stefano
1/5/1999


Non sono più rozzi soldati di ventura. Gestiscono network di società di investimento, diamantifere o di trasporti. Firmano regolari contratti. Sono le nuove società di "consulenza militare", truppe efficientissime in ogni tipo di guerra. E oggi c'è anche chi li propone per le missioni di peacekeeping dell'Onu

Johannesburg (Sudafrica) - Ci sono oggi almeno cinquanta conflitti "attivi" nel mondo. In molti di questi, soprattutto in quelli "intra-Stati", cioè combattuti da fazioni interne ad uno stesso Stato - quelle che una volta si sarebbero chiamate guerre civili - è facile trovare a fianco di uno o di entrambi i contendenti quelli che a seconda delle preferenze di volta in volta sono chiamati "soldati di ventura", "mercenari" o "mastini da guerra". [continua...]

Documento: I nuovi businessmen della guerra - Pdf



Il nuovo Sudafrica
Focus
Stefano
1/4/1999


Come convivono bianchi e neri, che ieri si odiavano e oggi non possono fare a meno gli uni degli altri?

Mashood Mamdani, ugandese, docente all'Università di Cape Town, ammette senza difficoltà di essersi sbagliato. "Se cinque anni fa mi avessero chiesto di indicare in Africa una nuova democrazia e un possibile genocidio avrei scelto Sudafrica e Ruanda, ma a ruoli invertiti". E invece nessuna pulizia etnica, nessuna strage da un milione di morti. Il "nuovo Sudafrica"... [continua...]

Documento: Il nuovo Sudafrica - Pdf



Paese che vai guerriglia che trovi
L'Espresso
Stefano
25/3/1999


Un panorama delle lotte di liberazione combattute - a vario titolo - in Africa [continua...]



E' un pollo la sfida africana a McDonald's
Corriere della SEra, inserto Economia
Arianna
15/3/1999


Johannesburg - Anche una catena di fast food può avere un'anima. Lo ha dimostrato in sudafricano Robert Brozin (38 anni)sfidando, dal Continente nero e disperato, i grandi del mondo. E' lui infatti la mente dietro il rapido e crescente successo di Nando's, la risposta africana alla cultura omologante di McDonald's. Tutto cominciò dieci anni fa con un pollo...